BAKUCHIOL e SKINCARE

Il Bakuchiol è un composto sempre più presente nella formulazione di prodotti cosmetici come alternativa naturale al retinolo per uso topico.

Si tratta di un fenolo meroterpenico che viene estratto principalmente dai semi delle bacche della pianta Psoralea coryfolia.

L’interesse per questo composto è in continua crescita perché risulta privo dei tipici effetti collaterali derivanti dall’uso di retinoidi, mantenendo nel contempo l’attività anti-age e depigmentante di questi ultimi.

E’un composto con un’elevata attività biologica, studi clinici hanno confermato la sua validità nel trattamento topico del fotoinvecchiamento, melasma, iperpigmentazioni e anche per il trattamento dell’acne.

Macroscopiche risultano le similitudini funzionali con i retinoidi, evitando però i limitanti effetti collaterali come eritema, rossore e desquamazione, permettendo così una maggiore e costante applicazione della terapia topica anche durante i mesi estivi.

Infatti il Bakuchiol non è fotosensibilizzante a differenza del retinolo. Questa caratteristica deriva dalla sua capacità di inibire numerosi processi ossidativi e dalla sua attività anti-infiammatoria.

Lo stress ossidativo cellulare influisce fortemente sull’invecchiamento cutaneo e il Bakuchiol agisce su questo fenomeno attivando dei fattori di trascrizione che giocano un ruolo fondamentale nella resistenza delle cellule allo stress ossidativo stesso.

Come è emerso da uno studio randomizzato in doppio cieco della durata di 12 settimane, il Bakuchiol ha un’attività molto simile a quella del retinolo nel ridurre la profondità delle rughe sottili. Questo ruolo anti-age è correlato, così come per il retinolo, alla capacità di aumentare l’espressione di alcuni geni nella pelle con un aumento nella sintesi di collagene e di altre proteine che conferiscono maggiore compattezza ed elasticità al tessuto.

Oltre a ridurre la profondità delle rughe, il Bakuchiol agisce riducendo l’intensità delle iperpigmentazioni. L’attività depigmentante è legata in parte alla sua capacità antiossidante e alla sua abilità nell’interferire nella sintesi di melanina.

Il Bakuchiol, infatti, interferisce con due step della via biosintetica della melanina: blocca l’enzima tirosinasi e l’MSH (melanocyte-stimulating hormone).

La sua attività di inibizione della sintesi della melanina rende il nostro composto ottimale anche nel trattamento delle macchie e del melasma.

In conclusione possiamo affermare che il Bakuchiol rappresenta ad oggi una valida alternativa al retinolo nel migliorare gli esiti del fotoinvecchiamento caratterizzata da una maggiore tollerabilità e compliance.

Contenuto validato e pubblico