Consigli pratici per un make-up occhi in sicurezza

Mai come in questo periodo pandemico, complice l’uso della mascherina, l’applicazione del make-up per mettere in risalto lo sguardo è stato così ampiamente sfruttato. Per questo faremo un rapido excursus relativo alla loro sicurezza.

Come consigliato anche dall’FDA (Agenzia americana che si occupa di supervisionare il mercato di prodotti alimentari, sanitari e cosmetici):

  • Non bisogna condividere, né scambiare i cosmetici, in particolare quelli per gli occhi con altre persone, perché i batteri di altri potrebbero risultare dannosi per noi. Infatti il rischio di contaminazione è esponenzialmente maggiore se vengono utilizzati i tester presenti nei negozi, visto che numerose altre persone potrebbero averli già utilizzati, è quindi opportuno verificare o richiedere che questi vengano applicati con applicatori monouso come ad esempio dei bastoncini di ovatta.
  • Evitare di applicare il trucco in auto o in autobus, anche se non si è alla guida (pratica molto diffusa per risparmiare tempo), perché ci si espone al rischio di ferire gli occhi, graffiando la cornea in seguito a una frenata improvvisa o se si prende una buca, il che potrebbe causare un’infezione.
  • Prestare particolare attenzione alla lista degli ingredienti (INCI) riportata in etichetta, di cui devono essere obbligatoriamente forniti tutti i cosmetici venduti al dettaglio. Se un cosmetico venduto al dettaglio al consumatore, non dovesse essere provvisto di tale lista in etichetta, è da considerarsi contraffatto. Per le confezioni di dimensioni molto ridotte, la composizione si trova generalmente su foglietti accompagnatori. Nel caso di prodotti presenti in espositore, la lista può essere richiesta direttamente al responsabile del negozio o al produttore. Questo elenco è importante per la tutela del consumatore, per permettergli di evitare determinati ingredienti o confrontare la composizione di cosmetici di diversi marchi.
  • Non pensare che un colorante per occhi, solo perché “naturale” o perché usato tradizionalmente in alcune parti del mondo sia sicuro. Un esempio è rappresentato dal Kohl o Kajal che è un colorante usato tradizionalmente per mettere in risalto gli occhi, ma non approvato nel nostro Paese in quanto costituito da sali di metalli pesanti come antimonio e piombo, correlato anche a casi di avvelenamento da piombo nei bambini. A tal proposito è bene fare attenzione all’acquisto di prodotti on-line provenienti da tutto il mondo, perché potrebbero non soddisfare i requisiti di sicurezza previsti in Europa e potrebbero essere contraffatti. Su alcuni cosmetici potrebbe esservi la parola kohl o kajal, ma solo per indicare la sfumatura di colore e non perché lo contengano veramente, per questo bisogna sempre controllare la lista degli ingredienti.
  • Se un qualsiasi cosmetico per gli occhi provoca irritazione sospenderne subito l’utilizzo e se l’irritazione persiste consultare il medico.
  • Evitare di usare prodotti cosmetici per gli occhi se si ha un’infezione agli occhi o se l’area perioculare è infiammata. Buttare qualunque cosmetico per gli occhi usato mentre era in atto l’infezione.
  • Lavarsi bene le mani prima di applicare cosmetici sugli occhi.
  • Non usare vecchi contenitori di cosmetici per gli occhi.
  • Buttare i mascara secchi ma soprattutto non aggiungere acqua o altri liquidi per scioglierli questo per due motivi principali, perché l’acqua o i liquidi usati potrebbero essere causa di contaminazione microbica e perché si avrebbe una diluizione dei conservanti che proteggono il prodotto stesso dalla crescita microbica.
  • Conservare i cosmetici a temperature inferiori ai 29° evitare quindi di lasciarli in auto al caldo perché la temperatura elevata deteriora i conservanti utilizzati.
  • Usare nell’area perioculare solo cosmetici ad essa destinati, non usare quindi matite per le labbra sugli occhi come eye-liner visto che potrebbero contenere coloranti non approvati per gli occhi e potremmo esporci al rischio di contaminazione batterica di microorganismi presenti vicino alla bocca.

In caso di reazioni avverse ai cosmetici per gli occhi si consiglia di contattare il proprio medico o farmacista o segnalare eventuali reazioni avverse ai cosmetici sull’apposito modulo disponibile sul sito del Ministero della salute.

http://www.farmacovigilanza.unina2.it/index.php?option=com_content&view=article&id=661:health-canada-aggiornamento-per-i-consumatori-sui-potenziali-rischi-per-la-salute-e-la-sicurezza-derivanti-dall-acquisto-on-line-di-prodotti-di-consumo-e-cosmetici&catid=73:cosmetovigilanza&Itemid=482&lang=ithttp://www.farmacovigilanza.unina2.it/index.php?option=com_content&view=article&id=572:food-and-drug-administration-fda-sicurezza-dei-prodotti-cosmetici-per-gli-occhi&catid=73:cosmetovigilanza&Itemid=482&lang=it

Contenuto validato e pubblico
Loggati per condividere questo contenuto