Dolori e infiammazioni: Artiglio del diavolo o Arnica? Facciamo chiarezza.

Apparentemente i due principi attivi svolgono la stessa funzione ma in realtà è consigliato utilizzarli in situazioni diverse. Quando scegliere l’arnica e quando scegliere l’artiglio del diavolo?

L’arnica può essere utilizzata nei casi di dolore accidentato, a seguito di un trauma subìto mentre l’artiglio del diavolo agisce maggiormente a livello muscolare, in caso di contratture, infiammazioni localizzate, tensioni.
Solo qualche accorgimento: l’arnica è sconsigliata alle persone allergiche alle piante della famiglia delle Compositae come echinacea, artemisia, tarassaco, mentre l’artiglio del diavolo è sconsigliato a chi utilizza anticoagulanti perché ha un effetto ipotensivo.

L’arnica è una pianta con proprietà antinfiammatorie, antimicrobiche, antinevralgiche e soprattutto consigliata in caso di traumi e contusioni dove c’è un edema da riassorbire.
È indicata anche in caso di punture d’insetti, leggere infiammazioni della pelle e presenza di foruncoli (anch’essi derivanti da un’infiammazione cutanea). Applicata con costanza dopo un trauma o dopo un intervento chirurgico (che il nostro corpo legge come trauma o invasione esterna) permette al corpo di guarire in minor tempo e attenua il dolore.

L’artiglio del diavolo è un antinfiammatorio che aiuta a ridurre i gonfiori e i dolori.
La sua assunzione, in pomata o compresse, viene per esempio proposta contro  stiramenti, l’artrite, la gotta, i dolori muscolari, il mal di schiena, la tendinite e le emicranie.

I prodotti a base di arnica o artiglio del diavolo sono tanti e diversi in commercio.
Importante è però sapere che il vostro farmacista preparatore nel suo laboratorio galenico può allestire gel o creme a base di arnica o artiglio del diavolo Tinture Madri  in concentrazione massima  del 10%, secondo le norme di buone preparazione.
Un vero e proprio medicinale fitoterapico per le vostre esigenze… chiedete consiglio al vostro farmacista!!!

Contenuto validato e pubblico
Loggati per condividere questo contenuto