Interventi Assisiti con gli Animali: come evolve la pet terapy

I benefici dell’atavica relazione tra uomo e animale vengono utilizzati in campo socio-sanitario grazie a tutte quelle attività volte a migliorare il benessere e la qualità della vita di una persona.

Anche conosciuti con il termine ormai superato di pet therapy, gli Interventi Assistiti con gli Animali (IAA) comprendono una varia gamma di interazioni più o meno complesse con gli animali, finalizzate alla cura, alla riabilitazione, all’ educazione e alla promozione del benessere e della qualità della vita.

Queste diverse interazioni sono state codificate da Linee Guida ministeriali con lo scopo di armonizzare l’attività degli operatori e di tutelare e garantire il benessere sia delle persone che degli animali coinvolti.

La realtà degli Interventi è varia e complessa, tanto che se ne riconoscono tre principali sottogruppi.

Il primo è costituito dalle Terapie Assistite con gli Animali (TAA), finalizzate alla cura di disturbi della sfera fisica, neuro e psicomotoria, cognitiva, emotiva e relazionale.

Il secondo è rappresentato dall’ Educazione Assistita con Animali (EAA), finalizzata invece a promuovere, attivare e sostenere le risorse e le potenzialità di crescita, relazione e inserimento sociale delle persone.

Le Attività Assistite con gli Animali (AAA) infine sono finalizzate al miglioramento della qualità della vita e alla promozione del benessere, anche al di fuori di particolari patologie.

Gli animali coinvolti negli IAA -in particolare cani e gatti, ma anche conigli ed equini come cavallo e asino– appartengono a quelle specie domestiche il cui processo di avvicinamento all’uomo è stato fondamentale per il percorso evolutivo e sociale tanto da poter parlare di una vera e propria evoluzione condivisa.

Gli Interventi Assistiti con gli Animali non possono però essere attuati in modo generico, in quanto non è automatico che la relazione con l’animale apporti dei benefici alla persona.
E’ fondamentale quindi che vi sia il coinvolgimento di una equipe multidisciplinare, composta da figure professionali diverse, sanitarie e non, che concorrono alla progettazione e alla realizzazione dell’intervento.

Solo la sinergia di queste competenze può permettere che la complessa e interconnessa relazione uomo-animale possa essere utile alla salute e al benessere e possa avvenire nel rispetto reciproco.

Fonte: www.salute.gov.it

Contenuto validato e pubblico
Loggati per condividere questo contenuto