Sindrome del tunnel carpale: cosa assumere?

Dolore, intorpidimento e parestesie, dalla mano fino, in casi più gravi, all’intero braccio. Questi sono fra i principali sintomi della sindrome del tunnel carpale, la più frequente neuropatia, causata dalla compressione del nervo mediano mentre viaggia attraverso il tunnel carpale del polso. L’ulteriore progressione della malattia può poi portare a debolezza della mano e diminuzione della capacità motoria. 

Le cause più comuni sono: movimenti ripetitivi del polso come la dattilografia o il lavoro meccanico, soprattutto se con vibrazioni, nonché l’obesità ed i disturbi autoimmuni come l’artrite reumatoide.

Gli obiettivi del trattamento sono:

  1.  controllare i sintomi
  2.  minimizzare il danno fisiologico
  3. massimizzare lo stato funzionale (cioè prevenire la disabilità).

Nella fase lieve/moderata della sindrome del tunnel carpale si raccomanda di limitare il movimento del polso:

  • riducendo le attività ripetitive
  • modificando abitudini lavorative o la postazione di lavoro (tastiera ad un’altezza adeguata per una corretta ergonomia della mano, pause frequenti…)
  • indossando specifici tutori

Inoltre per alleviare i sintomi è possibile iniziare un ciclo di terapia con farmaci antinfiammatori non steroidei (ibuprofene, ketoprofene…).

Se il paziente non risponde al trattamento,  si può passare ala somministrazione temporanea di corticosteroidi, sia per bocca sia tramite iniezione locale.

Il trattamento definitivo é però l’intervento chirurgico basato sulla recisione del legamento carpale per annullare la pressione sul nervo mediano.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK448179/#article-18982.s1

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/10573597-clinical-evaluation-and-management-of-work-related-carpal-tunnel-syndrome/

 

 

Contenuto validato e pubblico
Loggati per condividere questo contenuto