Trombosi e tumore: una correlazione spesso mortale

La trombosi è la seconda causa di morte nei pazienti oncologici; questa correlazione è risaputa, ma spesso sottovalutata o nella maggior parte dei casi ignorata dai pazienti. Il fatto è che, però, risulta essere purtroppo una complicanza frequente.

Secondo uno studio emerso sulla rivista Circulation la trombosi e i tumori vanno spesso a braccetto, proprio perché la prima è un episodio che rientra in un discorso cardiovascolare, che può far crescere la possibilità di ammalarsi di alcuni tumori, quali quello al colon, al pancreas o al polmone.

Come mai il cancro si “trascina” la trombosi?

La risposta sembra essere legata a delle modificazioni a cui va incontro la circolazione sanguigna dei pazienti oncologici: aumentano i processi di coagulazione e di stati ematica, oltre all’alterarsi della parete dei vasi. La terapia farmacologica suggerisce la somministrazione di eparina e, solamente dopo un episodio di trombosi, si può eventualmente prevedere anche la somministrazione di un anticoagulante orale.

La scarsa conoscenza di una tale correlazione rappresenta sicuramente il problema principale, come attesta il rapporto “Cancro e tromboembolismo venoso: il peso della convivenza sui pazienti”, realizzato alla fine del 2018 e basato su testimonianze dirette di pazienti oncologici italiani. Da tale indagine emerge una bassa consapevolezza delle possibili complicanze cardiovascolari, legate alla malattia tumorale, unitamente al fatto che il paziente oncologico è già afflitto dal percorso chemioterapico e aggiungere una terapia con eparina, con iniezioni quotidiane a livello addominale, rappresenta un ulteriore ostacolo e una bassissima aderenza del paziente stesso.

Bisogna che tutti gli operatori sanitari a 360 gradi rendano consapevole il paziente oncologico di un possibile rischio di trombosi, senza allarmismi, ma favorendo l’adesione alla terapia; il rischio di tromboembolismo venoso nei malati di tumore è tra l’altro maggiore nei primi mesi fino a due anni dopo la diagnosi.

A cura di Antonella Boldini

https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/cardiologia/trombosi-un-rischio-spesso-sconosciuto-ai-malati-di-cancro

Contenuto validato e pubblico
Loggati per condividere questo contenuto